Quanti formati di mozzarella esistono? Ecco tutti i tipi di mozzarella

La mozzarella è un latticino a pasta filata originario dell’Italia meridionale. Oggi la sua produzione è diffusa in tutta Italia e in vari paesi del mondo, in vari formati di mozzarella. Anticamente, com’è noto, la mozzarella deve il suo nome all'operazione di mozzatura compiuta per separare l'impasto in singoli pezzi. Questo ha fatto sì che ogni regione di produzione si specializzasse in un diverso tipo di mozzarella.

La mozzarella: una prodotto, tante specialità differenti

La mozzarella è prodotta prevalentemente nella tipica forma tonda, ma, proprio la sua diffusione, ha fatto sì che essa sia diventata disponibile in diverse forme e gusti: a treccia, a rotolo, a fiaschetto, affumicata, arricchita con burro e così via. Oggi, quindi, andremo alla scoperta di tutti i tipi di mozzarella esistenti sul mercato.

La Corona di Paestum: il connubio perfetto fra dolce e salato

La Corona di Paestum è una treccia dalla “forma reale”, che richiama per l’appunto una corona. Questo tipo di mozzarella è prodotta a mano da maestri casari, adoperando solo latte di bufala proveniente dalla Piana del Sele, in particolare dai comuni di Paestum, Capaccio e Battipaglia, in provincia di Salerno.

La forma a corona di questo tipo di mozzarella non ha una ragione soltanto estetica. Essa, infatti, consente di creare un connubio perfetto fra il sapore più salato della crosta esterna, maggiormente a contatto con il liquido di governo, e quello più dolce della parte interne della mozzarella e del latte di bufala con cui la Corona è prodotta.

Per realizzare questa tipologia di mozzarella è necessaria una pasta più elastica della normale mozzarella, rispetto alla quale, pertanto, contiene meno liquidi. Di conseguenza, al tatto la Corona di Paestum risulta più compatta e durante il taglio perde una quantità minore di liquidi.

Pannose ciliegine di Bufala affogate in panna vaccino, la leccornia casearia

Le Pannose Ciliegine, anche chiamate “leccornia casearia”, sono prodotte con latte di bufala di allevamenti salernitani. La particolarità di questo prodotto è che le ciliegine vengono successivamente immerse in panna vaccino prodotta in Puglia.

La ciliegina è il formato di mozzarella più piccolo fra i tipi di mozzarella di bufala, come lascia facilmente intuire il suo nome. Esso è dovuto sia alla forma che al peso, il quale si attesta orientativamente fra i 10 e i 25 grammi ciascuna ciliegina. Queste richiamano quindi, a seconda delle tradizioni, alle ciliegie o ai pomodori ciliegini, una varietà di pomodoro tipica del sud Italia. Proprio per le loro dimensioni ridotte, le ciliegine si mangiano in un unico boccone, ma nella variante delle pannose, esse sono arricchite da una morbida crema di panna che rende ogni boccone una vera leccornia.

Mozzarella Aversana di latte di bufala, l’originale mozzarella

L’Aversana è un altro tipo di mozzarella, tipica del casertano. In particolare, il nome deriva dalla cittadina di Aversa, dove, come narra la leggenda, si allestiva il primo mercato all’ingrosso della mozzarella e della ricotta di bufale. Una mozzarella così celebre, da essere entrata anche nell’immaginario cinematografico: è una delle scene più famose del celebre sceneggiato Miseria e Nobiltà, in cui Totò raccomanda di premere il latticino per verificare la sua freschezza.

La tipica Aversana, nella pezzatura da 500 grammi, è caratterizzata da una crosta sottile circa un millimetro, di colore bianco porcellanato. La pasta, al contrario, è elastica e formata da sfoglie. Il sapore di questa mozzarella incontra la sapidità e la dolcezza del latte di bufala.

Figliata di bufala: la mozzarella che pensa anche ai bambini

Alcuni tipi di mozzarella sono un vero patrimonio della tradizione casearia. Altre tipologie, invece, sono figlie dell’innovazione. È il caso della Figliata di Bufala, talvolta chiamata anche Cucciolata di Bufala, un prodotto innovativo che unisce la tipicità della mozzarella di bufala campana alla dolcezza dei bocconcini alla panna. Questo prodotto, infatti, è nato nel 2016 senza tante pretese, ma nel corso del tempo ha saputo farsi apprezzare anche dai più piccoli

La Figliata di Bufala, infatti, è costituita da una mozzarella, naturalmente in latte di bufala, al cui interno cela piccoli bocconcini alla panna. Questa tipologia di mozzarella, oltre al sapore unico, unisce anche un aspetto scenografico: al taglio della mozzarella, che deve essere effettuato su un piatto sufficientemente ampio, fuoriescono tante piccole mozzarelline ricoperte di panna fresca.

Provola affumicata di bufala 

La Provola Affumicata è un altro tipo di mozzarella, figlio della tradizione. La provola, infatti, viene prodotta con la cagliata di mozzarella. Ai caseari, quindi, è affidato anche il cosiddetto processo di annerimento del prodotto.

Dopo la lavorazione manuale, che le conferisce la sua tradizionale forma sferica, gli esperti artigiani si occupano di affumicare il prodotto. Grazie a questa lavorazione, la crosta della Provola Affumicata acquisirà quel caratteristico sapore, che si equilibra con la dolcezza del latte di bufala. La Provola Affumicata, come altri tipi di mozzarella è disponibile in vari formati.

Prodotto aggiunto alla Wishlist

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Cliccando sul pulsante ACCETTA, accetterai l'utilizzo dei cookie.